Stampa Latex cos’è

La stampa latex nasce circa una decina di anni fa e rappresenta, fin da subito, una vera e propria rivoluzione nel campo della stampa digitale in grande formato.
Questo tipo di stampa prende il nome di latex, perché la sua componente principale è l’ecologico lattice: l’inchiostro latex si compone, quindi, di acqua, pigmenti e polimeri di lattice. I vantaggi di questo tipo di stampa, che richiede macchine HP specifiche e molto costose, sono tanti e tutti a vantaggio del cliente.

Per prima cosa, si possono stampare grandi formati, da m 1,5 in su, con una resa cromatica eccezionale non solo riscontrabile osservando il prodotto da lontano, ma anche a un’ispezione molto ravvicinata. Inoltre, la stampa latex è ecologica, non inquina come quella a solvente, ed è inodore, andando così incontro alle esigenze dell’ambiente e delle persone che la utilizzano. Infine, il lavoro viene fatto in tempi ridotti e i prodotti stampati sono così resistenti da poter essere utilizzati non solo in interno, ma anche in esterno con una lunga durata e resistenza ai raggi UV. Per finire, le applicazioni sono davvero illimitate e vanno dal banner al car wrapping, dal cartellone stradale alla decorazione delle pareti, piccoli e grandi adesivi etc…

Ma vediamo più da vicino i vantaggi della stampa latex.

Quando scegliere la stampa latex

Una delle caratteristiche più rivoluzionarie della stampa latex è la sua altissima qualità su prodotti di grandi dimensioni, cui aggiungiamo la resistenza e la varietà di applicazione. Come dicevamo, è possibile realizzare cartelloni, banner, etc… con una dimensione che parte da m 1,5, quindi perfetti per essere visti da lontano, ma anche per adornare le pareti di un negozio o di un’abitazione. Quello che stupisce chi si avvicina alla stampa latex per la prima volta e che, anche a una distanza minima, un prodotto realizzato con questa tecnologia mostra colori brillanti e una qualità dalla definizione fotografica.

Se ti stai chiedendo se questa sia la stampa adatta alle tue necessità, ti basterà pensare alla destinazione del tuo prodotto. La stampa latex è, infatti, perfetta quando devi realizzare, ad esempio, pannelli in PVC e banner di grandi dimensioni oppure striscioni, segnaletica stradale, segnaletica per le mostre o per gli eventi, vetrofanie di vetrine anche molto grandi, decorazione delle pareti di casa o del locale, stampa di pellicole per il car wrapping oppure piccoli adesivi personalizzati. Infatti, questa stampa è ideale su molti supporti (non solo il PVC) e viene consigliata anche per ambienti sensibili come possono essere le scuole, gli ospedali, gli asili, i ristoranti, i bar, gli alberghi, le mense, in cui l’attenzione alla salute delle persone è fondamentale.

Quali sono i vantaggi della stampa latex

Resistenza: ecco la caratteristica più importante che un prodotto pubblicitario deve avere per essere esposto all’esterno senza subire il deterioramento del tempo. E la stampa latex ha un’ottima resistenza sia ai raggi UV che allo sfregamento meccanico. E questi nuovi, eccezionali risvolti hanno due conseguenze positive e immediate per il cliente: un basso costo di gestione e un risparmio dovuto alla lunga durata del prodotto.

Se poi pensiamo alla flessibilità di utilizzo di applicazione della stampa latex, che dà il meglio di sé su qualsiasi tipologia di supporto, dalla tela al canvas, dalla carta al vinile, dall’adesivo alla stoffa, fino agli striscioni in PVC, possiamo quindi consigliarla per qualsiasi esigenza professionale importante.

Nuovi orizzonti per una stampa ecologica

Per fortuna, oggi si fa molta più attenzione all’ambiente di quanta se ne facesse solo 10 o 20 anni fa. E i colossi della stampa, come HP, hanno seguito le indicazioni dettate dal buon senso, dando vita alla stampa latex che, rispetto a quella a solvente, è molto più eco-compatibile.

La prima cosa che ci viene in mente è che in una stamperia dove si sceglie questo metodo di lavoro non si sente più quel tipico odore pungente delle vernici e dei solventi che si sente ancora, ad esempio, dai carrozzieri. Un odore che intride il prodotto fino al suo interno e che è difficile da mandare via, anche arieggiando il più possibile. Oggi, questo rischio non si corre più. Ma la cosa davvero importante da sottolineare per quanto riguarda i nuovi inchiostri a lattice è il fatto che non emettano VOC, cioè i composti organici volatili, responsabili di molta parte dell’inquinamento ambientale, dannosi per l’ozono e per l’aria che tutti respiriamo. E se i tuoi clienti sono, come te, attenti all’ambiente, questo è un motivo in più per scegliere la stampa latex!

Scegliere la qualità di stampa latex è importante!

Prima della stampa latex c’erano (e ci sono tuttora) tante altre tipologie di stampa digitale per il grande formato. Tra questi metodi di stampa digitali troviamo la stampa UV, utilizzata spesso per stampare il forex o per altri materiali rigidi, perché il suo pigmento non è molto flessibile; la stampa a solvente, utilizzata per i mega formati, ma non ecologica e con una qualità non fotografica; la stampa eco-solvent, un ibrido tra una stampa solvente e una ecologica; e la stampa inkjet, con colori ad acqua, adatta soprattutto a fotografi professionisti per la realizzazione di album, poster, calendari di alta qualità, ma non adatta per prodotti da esterno.

Per concludere, se hai bisogno di una stampa grande formato, ecologica, resistente anche all’esterno e con una qualità di stampa fotografica, la soluzione migliore per te è la stampa latex. Chiamaci subito per avere ulteriori informazioni su questo procedimento, sulle macchine HP di ultima generazione che utilizziamo e per un preventivo personalizzato.

Perché Arti Grafiche Villa significa alta qualità a prezzo low-cost!